Zalig Kerstfeast

dicembre 25, 2011

Mood: silenzioso
Listening to: detonazioni nel silenzio
Playing: a conquistare regali lanciando un dado, ché in Olanda pare i regali ce li si scambi così. Degno di nota è il mio nuovo Big Willie, the Hip Hop Dancing Rock Dick, eggià.
Eating: senza pretese
Drinking: caffè



Sto riflettendo sul fatto che la tavolata incerta sotto il peso delle pescagioni sfilettate e lo scatolame imbellettato in carta color flusso mestruale sono i presupposti rivelatori del Natale. Dubito mi stia sfuggendo qualcos’altro. Forse il Nessun dorma in tivvù?

La prima fortuna è che sono vegetariana e balzo a pié pari la minaccia delle palate di grasso fritto sul culo, confidando in una cenina alternativa di funghi e pane tostato, più torta glassata come unica nota dolente in chiusura.
La seconda fortuna è che nel mio scatolame imbellettato color flusso mestruale, mia sorella ha nascosto una take away cup coffee in porcellana a pois colorati per avere sempre con me il caffè caldo. Credo volesse conquistare il podio nel mio Olimpo.

Per tutto il resto c’è sempre il silenzio pudico di un’ordinaria notte in bianco alla fine della sbafata.
A dire il vero, aspettavo con impazienza il Natale per cibarmi di calore familiare. Poi ho scoperto di aver bisogno soltanto di restare chiusa a riccio.

Se stanotte nevicasse nel vento, sarebbe tanto bello.
Vorrei ritrovarmi nel bianco con la paura fottuta e la voglia bastarda di lordarlo e tinteggiarlo.


Comunque, in olandese, Buon Natale si dice Zalig Kerstfeast.
Io lo auguro, ché a dispetto del simil-cinismo, il venticinque di dicembre non ce l’ho sul groppone.

10 Responses to “Zalig Kerstfeast”

  1. Eta Says:

    Ti penso lì. Ti penso bene.
    Goditela.
    Bellina bella mia.
    E lascia un bacio in Olanda da parte mia….

    PS Anche tu veg?! Anche io!🙂

    • dorotea Says:

      Ti penso anch’io, dal primo giorno che sono qui. Sabato andrò a Utrecht. E’ strano il desiderio di provare a ritrovarci oltre il mio, il tuo sguardo. Lascerò baci in abbondanza da parte tua.
      Sto vivendo un forte sentimento di ritrosia che mi tiene a distanza da tutto e tutti, ma cerco di superarlo, di viverla bene come sempre. Oggi dovrei aggiungere un posticino piccino che mamma dice uscito dalle fiabe. Ti dirò.

      Vegetariana anch’io, sì! Di me è tra le scelte che più mi definiscono. Di te sapevo, era capitato il discorso con Gianverto e Albito!🙂

  2. Eta Says:

    Tanta curiosità per il posticino.
    Ti dariami, sì. : )

    “Ti penso anch’io, dal primo giorno che sono qui.” è una frase che mi scalda il cuore.

    E che impressione sapere che andrai proprio a Utrecht!
    Se a Shetlands senti uscire tanto rrrrock godurioso da una casa, gasato di chitarracce incazzate, prova a urlare “CLICHÈ!” con ironia. Magari dalla mansarda si affaccia qualcuno e ride e annuisce.
    Se vuoi puoi rispondere (da parte mia) un bel: “It’s only rock’n’roll, but I like it!”.
    Ti consiglio anche di farti invitare a salire e a farti offrire un po’ del loro pane integrale fatto in casa, fumante e soffice.

    Ah e una cosa: ti prego, vai in un supermercato e prenditi degli stroopwafels!

    Ok, ora basta.

    Che bello saperti vegeterian e così intimamente. Da quanto?🙂
    Di me non ti dico, i due mascalzoni del nostro cuor ti avran già detto.😉

    • dorotea Says:

      Sarà fatto!😀 Stroopwafels a parte. No, ti prego. Sono una roba da addio alla linea. Ho già subito l’anno scorso. Ma se vuoi, ne prendo in abbondanza e ci prendiamo un te insieme.

      Io sono vegetariana da quattro anni. E’ stato il regalo a me stessa per la mia maggiore età. Prima mamma mi metteva i bastoni tra le ruote, causa anemia mediterranea, diceva lei.
      Di te so, sì! Qualcosa! Claudio una volta mi ha anche raccontato di come l’hai sensibilizzato alla causa degli elefanti nel circo!

      (Quel posticino che ti dicevo, è una zona di casette e villini sparsi in mezzo al bosco. Di quelle con i tetti a fungo e paglia battuta! Magari mi riesce di pubblicare qualche foto!)

      • Eta Says:

        Uuuuh, sì! Ho capito il paesaggio! Adoro. Da matti.

        Se davvero riesci a portare qualche stroopwafels per un té (anche se non so bene quando ne avrò il tempo) hai vinto proprio un sacco di punti!!!😀

        Grandissima per il tuo regalo da maggiorenne, allora.
        Io avevo sempre ricordato che mia mamma, semplicemente, non fece una piega (o quasi), ma lei non se la ricorda così. E credo abbia ragione lei. Proprio l’altro giorno, mi ha detto che, ai tempi, la minacciai. Serissima.
        – Mamma, se non mi fai diventare vegetariana, scappo di casa.
        Così, liscia.
        Che figliaccia, che sono. : 3

        Quell’episodio con Claudio me lo ricordo bene, sì. Una delle poche volte in vita mia in cui mi svelo animalista combat, di solito mi tengo tutto per me. Ma lui mi chiese esplicitamente. E aprì il vaso di Pandora, pieno, per altro, di tarantole incazzate! : D

        • dorotea Says:

          Voglio vincere un sacco di punti! Se non altro, provarci! 😀

          Comunque parrebbe che tu abbia totalmente modificato una realtà nel tuo ricordo! Le minacce, credimi, le ho usate anch’io! E’ stato un periodo di dure lotte e più mi veniva proibito, più diventava un capriccio.😀 Non ho mangiato così tante volte a pranzo e cena che alla fine mia madre ha dovuto accettare che io la ciccia non me la sarei mangiata. Punto, basta. In realtà all’inizio ho continuato a mangiare pesce. Ci ho messo un po’ prima di togliere tutto, tutto. Ora sono felice e serena!

          Sìsì, mi ha raccontato Claudio della sua domanda liscia e spensierata! Io gli ho gridato contro “Ma come?” e lui “Sì, adesso lo so. Però io prima davvero non sapevo!” Troppa tenerezza!

          • Eta Says:

            Claudio? Testadicladio. ♥

            Di punti ne hai già vinti un sacco, ma allora non vedo l’ora che tu ne vinca ancora di più. ; )

            Un bacio a te e alla tua ostinazione vegetariana, hihihihi ; )

            • dorotea Says:

              Uuuuuh! Ne voglio tantissimi! Voglio arrivare alle stelle!😀

              Tantissimi bacini con le ali a te che sei ostinata non meno di me! C’è vento, combatteranno per arrivare!

  3. losengriol Says:

    Anche se in ritardo, gli auguri sono ricambiati! Anche su ultimamente il Natale mi sta andando in nausea, sempre di più ogni anno. Niente a che vedere con la famiglia o la festività in sé, anzi: è tutto il resto.
    E sappi che tua sorella ha vinto su tutta la linea, la voglio anch’io (sia la tazza che la sorella, beninteso)!

    • dorotea Says:

      La sorella te la cedo. La tazza assolutamente no! Da che la posseggo, sono del parere che ne vada la mia stessa vita!😀
      Ti capisco su tutta la linea in merito al Natale. Quest’anno poi è stato particolarmente difficile anche per una serie di motivi legati a tutti i cambiamenti che stiamo affrontando. Ma andrà meglio, è impossibile che non succeda.
      Tanti bacini.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: