Amniotica // Un Autoritratto Provvisorio IV – Dicembre 2011

dicembre 27, 2011

Mood: taciturno nauseato
Reading: quello che Lou mi scrive in chat, facendomi ridere a orari improponibili
Listening to: Laura Pausini – Bastava (e sì, lo so che Laura Pausini è nella tripletta primordiale dei cantanti italiani che mi stanno sul culo, ma questa canzone è una storia a parte perché il testo è di Niccolò Aglierdi e lo sento molto mia in questi giorni dalle ri-considerazioni affettive. E sì, la canto pure. “Bastava fare a meno delle buone maniere”)
Watching: le vetrate illuminate dei palazzi di fronte
Playing: a ficcanasare nella vita degli altri con papà, grazie feisbùc!
Eating: tortelli in brodo
Drinking: te







‹‹Abbine cura, questa ferita sta andando in cheratosi.››
‹‹Che benedizione!›› Se continua a creparsi, questa volta è perché i nuovi albori premono per germogliare in un sangue purgato. E qualcuno già s’insinua e gorgheggia.

Non mi sono mai considerata una dai modi gentili con se stessa, tanto più nel dolore. Per questo mi piace pensare alla mitezza inaspettata con cui oggi affronto i pungoli tra cuore e cervello, quando penetro nel buio attraverso la gola della ferita più fresca e ne traggo chiarore da spargere fin nel movimento più minuto. In questo ritrovo bellezza. Non più nell’essere coperta di lividi, di rabbia e d’orgoglio.


Questo pomeriggio, in un parco a Rijswijk ho anche visto un uccello ignoto che sembrava una fenice. Una creatura spaventosa e attraente da perfetta sconosciuta.

Annunci

4 Responses to “Amniotica // Un Autoritratto Provvisorio IV – Dicembre 2011”

  1. Eta Says:

    E questa era la cosa magica che dovevi vedere?
    La fenice?

    Dì la verità, era un appuntamento con la mitologia, mica un caso.

    • dorotea Says:

      Forse un appuntamento con l’inevitabile! 😉 La fenice avrò voluto vedercela!

      Erano le casette a fungo nel bosco le cose magiche che dovevo vedere l’altro giorno! 🙂

      Tanti bacini!

  2. losengriol Says:

    Sei così profondamente fisica e sanguigna quando parli di te stessa. Le metafore che usi sembrano quasi diventare realtà. Secondo me questo dice molto di te e di come ti vedi, o di come vedi… tutto.
    “In questo ritrovo bellezza. Non più nell’essere coperta di lividi, di rabbia e d’orgoglio”: ecco, appunto. Viva i nuovi albori! 🙂
    E a proposito della Fenice: vedere simboli nella realtà. E’ la vita che ci viene incontro o siamo noi che cerchiamo di fornirci una chiave interpretativa che dia un senso a quello che viviamo? La seconda, probabilmente; ma questo non significa che sia sbagliato. Anzi.
    Un bacio 🙂

    • dorotea Says:

      Mi fa sempre sorridere il modo in cui mi ascolti. E’ vero, quando penso a me stessa, non prescindo mai dal mio corpo. Culturalmente siamo portati a considerarlo a parte, quasi un tabù, qualcosa che c’è, ma relativamente. Soprattutto negli ultimi anni ho iniziato a riflettere con particolare attenzione sul corpo. Il mio non è un corredo, ma uno spazio che mi appartiene intimamente e che uso per raccontare e raccontarmi. Quello che sento intimamente, è allo stesso tempo fisico. Il mio corpo non è mai esente dai sentimenti. Non so se mi spiego… Mi fai pensare che è da molto che vorrei scrivere di più sul mio rapporto col corpo. Ne ho bisogno anche per rimettere a posto certe idee e certi episodi. E’ una storia di lunga data ormai. Solo che ho razionalizzato da poco.

      Per quanto riguarda la fenice… beh, lo sai. La seconda. Senza ombra di dubbio. E non c’è niente di sbagliato! Perché gli uomini mediano sempre la realtà col loro sguardo. Il problema è che spesso non ne sono consapevoli. 😉

      Io ti abbraccio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: