Esposizione

ottobre 13, 2012

Mood: divertito
Listening to: Guadalupe Pineda – Historia de un amor
Watching: Ogni cosa è illuminata di Liev Schreiber
Eating: cotolette di soia
Drinking: acqua




Me

Ph. Marco Christian Krenn
during ISO600, Festival della Fotografia Istantanea


Lui ha avuto bisogno di due giorni per avvicinarsi e chiedermi «Can I make a picture with you?»
Io ho rispolverato il batticuore serratissimo e mi sono concessa alla sua vecchia Polaroid.

In seguito ho pensato che qualche anno fa, non avrei mai accettato di espormi, essere esposta.

In fotografia, il termine “esposizione” indica lo spazio di tempo durante il quale un materiale sensibile viene colpito dalla luce che passa attraverso il sistema ottico; più spesso, indica la quantità di luce che raggiunge un materiale sensibile, passando attraverso il sistema ottico nel suddetto spazio di tempo.

«Two minutes to develop…»


Mi piace molto questo ritratto.

Annunci

15 Responses to “Esposizione”

  1. losengriol Says:

    E poi come è andata a finire con il batticuore serratissimo? Voglio dire, oltre alla bellezza del ritratto, oltre al mio annuire di fronte alla frase “In seguito ho pensato che qualche anno fa, non avrei mai accettato l’esposizione”, come è andata a finire? Non so, ma questi tipi di incontri mi incuriosiscono moltissimo.
    Detto ciò, è bello il film? Io lo amo, proprio.

    • dorotea Says:

      È andata a finire che si il batticuore si è calmato poco a poco quando la macchina fotografica si è abbassata. E che magari la prossima volta che vado in Olanda accolgo l’invito di passare per Vienna… :] Lui è stato davvero tenero, che mi sembra di aver capito che è un termine che gli uomini non gradiscono, ma vabbè.

      Il film è un bel film. Il problema è che per me, dopo il libro è davvero difficile amarlo.

      • losengriol Says:

        Mah, non è detto. Ad esempio pare che alle donne non dispiaccia essere definite “dolci”, quando a me fa venire l’orticaria. E dire che me lo hanno detto più di una volta – sbagliando clamorosamente, a mio avviso. Forse la intendo in un altro modo.
        Comunque, Vienna non è male come città 🙂

        Per il film, ti capisco. Io lo amo anche perché mi ha avvicinata al libro, ho fatto il percorso inverso ed è tutta un’altra cosa.

        • dorotea Says:

          Che è un percorso che io mi sono accorta di non riuscire a fare.
          Comunque effettivamente hai ragione. Chissà. Obiettivo: trovare un uomo a cui piace essere definito “tenero”.

  2. uomoconbarba Says:

    E’ molto naturale, pare poco costruito a tavolino, spontaneo ecco.

  3. eta849 Says:

    Concordo coi commenti qui sopra e mi metto in coda per sapere la tua risposta! ^^

  4. Claudiappì Says:

    Sei *proprio* tu, qui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: