27 luglio 2013, Camden Town (Londra). Ritrovamento tra i banchetti

luglio 30, 2013

Mood: salvo
Listening to: Modena City Rambelrs – Notturno Camden Lock
Watching and reading: Jonathan Safran Foer, Tree of codes [finalmente tra le mie mani]
Eating: purè
Drinking: acqua




foto_camden_web

e l’uomo che meditando di guadagnarci 25 pences, ha insistito invece per donarmela.

17 Responses to “27 luglio 2013, Camden Town (Londra). Ritrovamento tra i banchetti”

  1. eta849 Says:

    Il mio ritrovamento è questa canzone – grazie per averla condivisa. Fresca di ritorno dell’Islanda. Ai Modena City Ramblers non sai quanto ci ho pensato.

    Amore, tanto.

    • dorotea Says:

      Ecco, avendo il privilegio di uno spiraglio al tuo mondo interiore attraverso le tue parole, io un po’ speravo che tu ricevessi questa storia: ero certa che avresti potuto ascoltarne il silenzio fino in fondo.

      • greta rosso Says:

        (ne ho ascoltato il silenzio, il tuonante e vigoroso silenzio, dal fondo alla punta degli occhi – quasi toccava le mani, ma sono cose che è giusto restino così, dietro agli occhi, senza costringerle in parole)🙂

  2. L. Says:

    Lei lo sa che, volendolo, questa foto le dà accesso a un mondo, vero?

    • dorotea Says:

      Oh, sì! Per questo non avrei potuto lasciarla lì in mezzo alle altre. Per questo, credo anche, quell’uomo non ha voluto vendermela, ma regalarmela. Devo essergli sembrata una bambina con gli occhi accesi da una scoperta meravigliosa.
      (Io proprio non capisco perché le persone si vendono le fotografie personali)

  3. pilar93 Says:

    Ommioddio, è stupenda questa foto. Il tuo blog è stupendo. È tutto stupendo.
    Ah, per la cronaca, io quando mi sono finalmente ritrovata fra le mani “Tree of codes” giuro che ho quasi pianto.

    • dorotea Says:

      😀 Grazie, sai?! Super-grazie per questo entusiasmo!

      Che poi se appartieni a quelli che si sono emozionati su “Tree of codes” sei particolarmente benvenuta!😀

  4. gelsobianco Says:

    Questa fotografia può aprirsi e…

    Non ho parole per definirla.
    Non voglio de-finirla.
    No.

    Vedo quella bambina con gli occhi febbrili per questa scoperta.

    Ti sorrido
    gb


  5. Che strano che l’hai trovata a Camden!

    • dorotea Says:

      In un certo senso, sì. Camden, infatti, mi stava tremendamente irritando e annoiando con tutta la sua esposizione di oggetti serializzati e uguali di bancarella in bancarella. Poi la rivelazione.🙂 Chissà quante altre nascoste ce ne sono. Perché succede a furia di vedere sempre le stesse cose di perdere di vista quelle più interessanti. Che pure stanno lì nel mezzo.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: